Melodie armene e viole da gamba
nel flusso dei miei pensieri
Il mio corpo non è fatto di carne,
forse
di colori, scintille e note musicali.
Labirintite.
Non esiste pace per le anime in fiamme
Combatto la morte
in un sforzo
estenuante,
dimentica della pace
e dell’armonia dell’intimità.
Fili ingarbugliati
come serpenti irrequieti
nella mia mente
piena e mai così vuota.
Ballano i serpenti.

  • 0
  • 0
  •  
  •  
Login to comment...
Email

Other works by Benedetta Merlo...

Some poets followed by Benedetta Merlo...

Rosario Castellanos Mario Benedetti Walt Whitman Octavio Paz Pablo Neruda W. H. Auden