Caricamento in corso...

Parabola dei frutti

Ecce Ancilla Domini.
Fiat mihi secundum verbum tuum.
(Salmo dell'Immacolata Concezione)

Il volto un poco inchina
—né triste né giocondo—
sopra il seno infecondo
la Donna sibillina.
 
Il piucheumano mesto
volto sacerdotale
l’assembra una vestale
senza parola e gesto.
 
Da lunga data tiene
i frutti contro il seno,
né i polsi vengon meno
nella fatica lene.
 
Ardon di pari ardore
i frutti della Terra
ch’Ella commisti serra
con quelli dell’Amore.
 
E nel suo cuore ascoso
un brivido la scuote:
pensa dolcezze ignote
in braccio dello Sposo.
 
Quando l’Annunciatore
verrà nel suo cospetto
recando il bacio e il detto
del dolce suo Signore,
 
allor su l’origliere
per Lui tutti disserra
e i frutti della Terra
e i frutti del Piacere.
Altre opere di Guido Gozzano ...



Top