Caricamento in corso...

Quanto si gode, lieta e ben contesta

Quanto si gode, lieta e ben contesta
di fior sopra ’ crin d’or d’una, grillanda,
che l’altro inanzi l’uno all’altro manda,
come ch’il primo sia a baciar la testa!
    Contenta è tutto il giorno quella vesta5
che serra ’l petto e poi par che si spanda,
e quel c’oro filato si domanda
le guanci’ e ’l collo di toccar non resta.
    Ma più lieto quel nastro par che goda,
dorato in punta, con sì fatte tempre10
che preme e tocca il petto ch’egli allaccia.
    E la schietta cintura che s’annoda
mi par dir seco: qui vo’ stringer sempre.
Or che farebbon dunche le mie braccia?

#ScrittoriItaliani (XVI Rime d’amore secolo)

Altre opere di Michelangelo Buonarroti ...



Top