Caricamento in corso...

Se 'l troppo indugio ha più grazia e ventura

 
Se ’l troppo indugio ha più grazia e ventura
che per tempo al desir pietà non suole,
la mie, negli anni assai, m’affligge e duole,
ché ’l gioir vecchio picciol tempo dura.
 Contrario ha ’l ciel, se di no’ sente o cura,5
arder nel tempo che ghiacciar si vuole,
com’io per donna; onde mie triste e sole
lacrime peso con l’età matura.
 Ma forse, ancor c’al fin del giorno sia,
col sol già quasi oltr’a l’occaso spento,10
fra le tenebre folte e ’l freddo rezzo,
 s’amor c’infiamma solo a mezza via,
né altrimenti è, s’io vecchio ardo drento,
donna è che del mie fin farà ’l mie mezzo.

#ScrittoriItaliani (XVI Rime secolo)

Altre opere di Michelangelo Buonarroti ...



Top