Il tempo è muto fra canneti immoti...
 
Lungi d’approdi errava una canoa...
Stremato, inerte il rematore... I cieli
Già decaduti a baratri di fiumi...
 
Proteso invano all’orlo dei ricordi,
Cadere forse fu mercé...
 
Non seppe
 
Ch’è la stessa illusione mondo e mente,
Che nel mistero delle proprie onde
Ogni terrena voce fa naufragio.

1940-1945

#ScrittoriItaliani

  • 0
  • 0
  •  
  •  
Login per commentare...
Email

Altre opere di Giuseppe Ungaretti...