Caricamento in corso...

Se costei gode e tu solo, Amor, vivi

Se costei gode e tu solo, Amor, vivi
de’ nostri pianti, e s’io, come te, soglio
di lacrime e cordoglio
e d’un ghiaccio nutrir la vita mia;
dunche, di vita privi
saremo da mercé di donna pia.
Meglio il peggio saria:
contrari cibi han sì contrari effetti
c’a lei il godere, a noi torrien la vita;
tal che ’nsieme prometti10
più morte, là dove più porgi aita.
A l’alma sbigottita
viver molto più val con dura sorte
che grazia c’abbi a sé presso la morte.

#ScrittoriItaliani (XVI Rime secolo)

Altre opere di Michelangelo Buonarroti ...



Top