Vago.
Ho la polvere al naso.
Starnuto
e non parlo, sto muto
a ripensare quel lungolago
dove insieme per mano
camminavamo
con quell’ansia nel cuore
quelle nuvole nere laggiù
che fanno nere le Alpi
e il mio cuore.
 
La memoria si blocca
non rende il sapore
alla bocca
dei momenti di gioia
vissuti– ché la vita di ora
si offende.
Quei momenti lontani
in cui credevamo da umani
che fosse per sempre.
 
Prova
a stringerlo ora questo sempre
questa polvere al naso
questa voglia di urlare.
 
Esco.
Per fortuna c’è un bosco
che bene conosco
a pochi isolati: è fresco.
Il vento disperde la voce
il mio urlo si perde
nessuno mi sente
se piango se rido se faccio
il deficiente.
E quel lungolago
dove camminavamo
ritorna ora presente:
gli stessi colori
di temporale imminente.
 
Rabbia
che la vita sia gabbia
che non esistano archivi
fatti di pelle e di sangue
dove ritrovare noi stessi
quelle scaglie di noi che vivi
eravamo e che ora
ci scrolliamo di dosso
come forfora.

  • 0
  • 4
  •  
  •  
Login to comment...
Ada Zoe
9 months

É bello!!!
Saluti.

Luca Massaro
Luca Massaro
9 months

grazie mille, Ada

Laura Bertolini
12 months

é bellissima, grazie.

Luca Massaro
Luca Massaro
9 months

grazie cara Laura

Liked or faved by...

Ada Zoe Yuni Ada Pardo Laura Bertolini
Email

Other works by Luca Massaro...

Some poets followed by Luca Massaro...

Y. J. Hall Ada Zoe Yuni Laura Bertolini Ada Pardo