Caricamento in corso...

Gli occhi mie vaghi delle cose belle

Gli occhi mie vaghi delle cose belle
e l’alma insieme della suo salute
non hanno altra virtute
c’ascenda al ciel, che mirar tutte quelle.
Dalle più alte stelle
discende uno splendore
che ’l desir tira a quelle,
e qui si chiama amore.
Né altro ha il gentil core
che l’innamori e arda, e che ’l consigli,
c’un volto che negli occhi lor somigli.

#ScrittoriItaliani (XVI Rime secolo)

Altre opere di Michelangelo Buonarroti ...



Top