Caricamento in corso...

S’i’ fussi stato ne’ prim’anni accorto

S’i’ fussi stato ne’ prim’anni accorto
del fuoco, allor di fuor, che m’arde or drento,
per men mal, non che spento,
ma privo are’ dell’alma il debil core
e del colpo, or ch’è morto;
ma sol n’ha colpa il nostro prim’errore.
Alma infelice, se nelle prim’ore
alcun s’è mal difeso,
nell’ultim’ arde e muore
del primo foco acceso:
ché chi non può non esser arso e preso
nell’età verde, c’or c’è lume e specchio,
men foco assai ’l distrugge stanco e vecchio.

#ScrittoriItaliani (XVI Rime secolo)

Altre opere di Michelangelo Buonarroti ...



Top