Caricamento in corso...

Voi mi chiedeste il core

Voi mi chiedeste il core
    E partendo il portaste,
    Né ’l vostro in quella vece a me lasciaste.
    S’odio pur e dispregio
    Egli ritrova in voi,
    Deh, non rimanga in parte ove v’annoi;
    Ma, s’amor forse e pregio,
    Onde nasce l’oblío
    Che non chiamate il corpo ov’è ’l cor mio?

Dimanda a la signora Laura perché ne la sua partita non chiama
il suo corpo ove è il suo cuore.

(XVI Rime d’amore secolo)

Altre opere di Torquato Tasso ...



Top