Caricamento in corso...

Il mio refugio e 'l mio ultimo scampo

 Il mio refugio e ’l mio ultimo scampo
qual più sicuro è, che non sia men forte
che ’l pianger e ’l pregar? e non m’aita.
Amore e crudeltà m’han posto il campo:
l’un s’arma di pietà, l’altro di morte;
questa n’ancide, e l’altra tien in vita.
Così l’alma impedita
del mio morir, che sol poria giovarne,
più volte per andarne
s’è mossa là dov’esser sempre spera,
dov’è beltà sol fuor di donna altiera;
ma l’imagine vera,
della qual vivo, allor risorge al core,
perché da morte non sia vinto amore.

#ScrittoriItaliani (XVI Rime secolo)

Altre opere di Michelangelo Buonarroti ...



Top