Caricamento in corso...

Al bel de’ bei vostri occhi, ond’arde Amore

Al bel de’ bei vostri occhi, ond’arde Amore
    E Febo splende, e l’uno e l’altro spira
    Spirto che l’alme al ciel rapisce e tira,
    Era intento il mio guardo e fiso ’l core:
Indi attendeva in me sol quel furore
    Ond’altri, poetando, a gloria aspira,
    Ma doppio venne e ’l cor sí ne delira
    Che stima senno il forsennato errore.
Lasso, ben d’eloquenza in me feconda
    Vena s’aprí, ma sorse anco di pianto
    Fonte, che ’l dolce mescolò d’amaro.
Or, se piú questa in me che quella abbonda,
    D’essere insieme a voi non sia discaro
    Onorata di lagrime e di canto.

Prega la sua donna che non le spiaccia ch’egli
canti e pianga per lei.

(XVI Rime d’amore secolo)

Altre opere di Torquato Tasso ...



Top