Caricamento in corso...

Donna, quanto piú a dentro

Donna, quanto piú a dentro
    Conobbi il vostro core,
    Tanto a darvi credenza io son piú tardo,
    Nè stimo quel di fòre;
    5Io dico un vago inchino, un dolce sguardo,
    Un dir—Nel foco io ardo—,
    Un scolorir di viso,
    Un dolente sospiro, un lieto riso.

Dice a la sua donna che, quanto piú conosce del suo core,
tanto meno gli presta credenza.

#ScrittoriItaliani (XVI Rime d’amore secolo)

Altre opere di Torquato Tasso ...



Top